PALLONCINI PUBBLICITARI FUNZIONALITA'

I palloncini pubblicitari: esamineremo alcuni strumenti di comunicazione promozionale valutando come ottimizzarne l’utilizzo e la funzionalità in base ai nostri obiettivi di marketing. In Particolare come potremmo sfruttare al meglio lo strumento dei palloncini personalizzati a seconda degli obiettivi che ci siamo dati:

Perchè i palloncini pubblicitari?

Brand Awareness

È stato il must delle agenzie pubblicitarie dagli anni ottanta in poi: “prima cosa” dicevano, “comunica il tuo brand.” Quindi il marchio. Quindi il nome. Brand, marca, marchio e logo sono parole simili, ma con significati diversi.

Oggi è una azione funzionale solo se il marchio rappresenta un nome memorizzabile e davvero unico rispetto alla concorrenza (es. se vi chiamaste «gestionedatisrl» sarebbe meglio puntare ad un altro obiettivo marketing come suggerito nel paragrafo AZIONI PROMOZIONALI).

SCOPRI DI PIU'...

CLICCA QUI!
  • Brand Awareness 80%
  • Brand Reputation 85%
  • Coinvolgimento emotivo 90%
  • Legame positivo con il brand 95%
  • Strumento multitarget 85%

Brand e sensazioni positive

Il marchio o brand è molto di più di un logo: ha il compito di trasmettere emozioni e sensazioni, ricordi o percezioni e in genere questo compito è demandato ad anni di pubblicità intensiva. Lo strumento palloncino quindi è funzionale se diventa proseguimento dell’emozione provata quando è stato consegnato. Se la sensazione offerta durante la consegna era di gioia e appagamento o anche solo divertimento, il logo rivisto in casa dai potenziali clienti sarà legato ad emozioni positive e difficilmente verrà eliminato. Il compito del palloncino è quindi in questo caso di protrarre delle sensazioni positive, gradevoli e divertenti.

PUNCHBALL.jpg

Logo e Palloncini Pubblicitari

Il logo dovrà essere stampato in dimensioni non troppo grandi perché possa essere osservabile anche da vicino senza provare fastidio e sarà più funzionale se stampato in un unico colore con la possibilità dei due lati. Nel caso vi sia un evento caratterizzato da un colore (caratterizzato vuol dire che lo possiamo trovare ovunque nella promozione e durante l’evento) allora quello sarà il colore dei palloncini pubblicitari. Nel caso invece si voglia promuovere solo il brand, allora il colore del palloncino potrebbe essere quello del logo o un colore relativo alla mappa psicologica dei colori che viene spesso utilizzata nel mondo pubblicitario.

STAMPA-PALLONCINI53942c36aad41.jpg

z

Messaggio uditivo e olfattivo

Potremo inoltre legare i palloncini pubblicitari a una sensazione uditiva (chiedendo il nome della persona cui lo consegneremo e ripetendolo a voce alta durante la consegna) e olfattiva nell’area di consegna (un profumo intorno al punto di distribuzione dei palloncini legato al loro colore o accanto ad una macchina dei popcorn) in modo attivare ulteriori sensi oltre a quello visivo e tattile.

 Azioni Promozionali con i Palloncini Pubblicitari

Non esiste solo il brand di una azienda. Spesso è uno slogan a rimanere impresso, ancora di più una frase inattesa e coinvolgente, ripetibile.

In questo caso l’utilizzo dello slogan dell’evento piuttosto che di una frase emozionale hanno una origine comune in partenza (entrare nella testa del destinatario del messaggio) ed un obiettivo differenziato in arrivo:

lo slogan vuole riportare il cliente nel punto vendita o nel centro commerciale a fruire di sconti, offerte, partecipazioni a ulteriori eventi. In alcuni casi ha il mero scopo di ricordare un evento trascorso per ancora qualche giornata, altri di “portare a casa” il brand aziendale sotto forma di gioco e divertimento.

La frase emozionale ha il compito di emozionare successivamente il cliente potenziale portandolo a legare un ricordo positivo attraverso la frase (che forse riutilizzerà), i palloncini pubblicitari, l’evento o il momento della consegna fino al luogo dove gli è stato offerto un input positivo.

La percezione di positività è fondamentale nell’utilizzo dei palloncini personalizzati durante le attività di promozione, quindi chi li consegnerà dovrà essere stato istruito nella forma e nel modo relazionale; parimenti l’ambiente potrà essere stato abbellito con alcuni elementi caratteristici richiamanti i palloncini pubblicitari: sia gli alberi espositori, sia alcuni palloncini in più che potranno essere utilizzati a fini decorativi intorno all’area di consegna o in altri punti per richiamare il concetto espresso.

La scelta del font è fondamentale: corsivo e sottolineato sono assolutamente sconsigliati perché difficili da leggere su una superficie morbida e curva. Molto meglio optare per un font bastoni (quindi senza grazie ai lati delle lettere) per agevolare la rapidità di lettura e trasmettere un senso di leggerezza tipico del gruppo di font.

Infine si suggerisce di utilizzare frasi e slogan molto brevi per evitare di avere scritte troppo piccole e visibili solo a pochi centimetri di distanza.

Tips Negli eventi ove non sia possibile quantificare il numero di palloncini da utilizzare è buona abitudine prepararne numerosi inizialmente in modo da non creare inutili code che potrebbero essere fonte, appunto, di fastidio piuttosto che di felicità da parte del cliente (soprattutto del relativo genitore).

Per una bassa numerosità di palloncini l’utilizzo della pompa a doppia mandata (gonfia in entrambe le fasi di pressione o depressione) è suggerito per accelerare i tempi di realizzazione dell’allestimento.

Nel caso vi siano grandi numeri di palloncini (dai 300 in su) da gonfiare ritorna utile un piccolo compressore da tavolo specifico per palloncini che fa uscire l’aria alla giusta pressione evitando di rovinare il palloncino.

VUOI SCEGLIERE IL TUO PRODOTTO?

CLICCA QUI!

Guerrilla Marketing

Infiniti sono gli utilizzi del palloncini pubblicitari durante le azioni di guerrilla marketing, quando l’evento inatteso suscita sorpresa (positiva!) e il palloncino è protagonista dell’evento.

Di fatto il ricordo resterà legato attraverso due mezzi: il palloncino e la rivisitazione dell’evento attraverso una azione di viral marketing sui social network (in genere partendo da YouTube e Vimeo, sistemi di condivisione utilizzati per i video o Facebook). Il palloncino qui assume un ruolo diverso, non è solo uno strumento di ricordo percettivo ma un vero e proprio testimonial partecipe dell’evento.

In questo caso, oltre ad un accurato studio del progetto e delle diverse fasi di svolgimento dell’evento (che spesso è una vera e propria rappresentazione anche se curata internamente dall’ufficio marketing del centro commerciale o dal punto vendita),è funzionale tenere conto dello stress fisico a cui verrà sottoposta la superficie del palloncino che necessiterà di essere gonfiato non al massimo della sua capacità ma lievemente meno (per evitare spiacevoli scoppi proprio durante l’azione di guerrilla).

L’organizzazione in questo caso è fondamentale tanto quanto la divulgazione del filmato dell’evento on line. Dalle azioni in notturna (quartieri invasi da palloncini con una scritta che invita all’evento) alle attività più attrattive (una cascata di palloncini personalizzati dal cielo del centro commerciale) fino alle attività più personalizzanti (con un volto scherzoso stampato sul palloncino a cui è possibile far accadere davvero di tutto) le opportunità sono molteplici.

Parimenti nel caso di lancio dall’alto del palloncino o dell’utilizzo senza astine di supporto, si suggerisce di posizionare un banchetto con del personale che all’uscita dal punto vendita o dal centro intercetterà i clienti offrendo loro di posizionare la astina di supporto per chi lo desiderasse e magari suggendone qualche ulteriore utilizzo a casa.

In questa occasione sarà utile anche consegnare manualmente un buono o un biglietto di promozione below the line per incrementare il possibile ritorno nel punto vendita o nel centro commerciale.

A cura di: Giuliano Pellizzari – consulente marketing