L’importanza di dare voce alle vetrine dei negozi

Le vetrine dei negozi hanno il difficile compito di fermare i passanti e convincerli ad entrare.Hey, tu! Fermati e guardami!” Il messaggio che ogni vetrina dovrebbe lanciare è questo.

La vostra lo fa?

 

La voce di una vetrina è la sua immagine, la sua scenografia

Sta a voi insegnarle la giusta intonazione, usando ovviamente il tono di voce giusto, capace di sovrastare quello di altre attività simili, senza tuttavia risultare fastidioso ed arrogante.

Osservate l’immagine nella foto.

Elegante, raffinata, attira immediatamente l’attenzione

Un richiamo autorevole senza essere autoritario.

Motivi, brand che non ha bisogno di presentazioni, ha scelto per la realizzazione di questo allestimento un prodotto di Partylandia tra i più versatili: le sfere a specchio.

Un elemento tanto semplice quanto scenografico.

 

Best Seller

Sfere Specchiate Gonfiabili

Realizzate in PVC, che ne garantiscono la resistenza e la possibilità di riutilizzo, esse sono disponibili in diverse misurazioni.

Esse variano dai 100 ai 700 cm di diametro, di modo che ciascuno di voi possa trovare quella più adatta alla proprio scopo.Grazie a ciò potete, ad esempio, utilizzare più sfere di dimensioni diverse all’interno della stessa vetrina.

Ciò costituisce un perfetto escamotage per dare una maggiore sensazione di profondità e attirare con più facilità l’attenzione. Le sfere sono inoltre molto facili e veloci da gonfiare e sgonfiare, grazie alla pratico dispositivo in dotazione.

L'illuminazione delle Vetrine

Le sfere a specchio possono essere illuminate da faretti esterni e dare visibilità alla vostra vetrina anche di notte. Grazie alla superficie riflettente quasi metallica, permettono la creazione di eleganti suggestioni tramite un gioco di luci.

20 nni di Esperienza a Vostro Servizio

Se avete ancora qualche dubbio, non esitate a contattare gli esperti di Partylandia.

Scrivici ora→

Loro sapranno consigliarvi con la propria esperienza, aiutandovi a realizzare una verina da far girare la testa.

Le persone camminano distratte.

Molto spesso annoiate o immerse nei propri pensieri.

E quando osservano le vetrine dei negozi può capitare che guardino senza vedere.

A volte sono alla ricerca di un ben preciso prodotto, ed allora saranno attente a captare quegli store in cui hanno la maggiore possibilità di reperirlo.

Ma nella maggior parte dei casi esse si muoveranno all’interno dei luoghi commerciali o lungo le strade del centro senza registrare molto di quanto li circonda.

Tutti ricordano la scena del film “Colazione da Tiffany”, dove una meravigliosa Audery Hepburn fermava un taxi con un fischio.

Trasformate la vostra vetrina nella Audrey Hepburn delle vetrine.